Ventennale morte Tatarella, il ricordo del coordinatore pugliese di FDI, Erio Congedo - NOC Press

Ventennale morte Tatarella, il ricordo del coordinatore pugliese di FDI, Erio Congedo

foto: Secolo d'Italia
Comunicato stampa:

Vent'anni senza Pinuccio. Un’assenza che ha lasciato sgomento, che ha disorientato e provato il popolo della Destra -pugliese, meridionale, italiana- nella sua interezza.

Una privazione che ha infuso una pesantissima responsabilità in militanti, dirigenti, rappresentanti istituzionali di una Destra da sempre espressione della volontà di coniugare identità, appartenenza e apertura a un’inclusione coerente, figlia di un disegno; esito della lezione tatarelliana di puntare ad abbracciare sensibilità pronte ad affrontare con credibilità e saldezza la sfida del governo di una comunità. Un vuoto che al contempo ha determinato stimoli senza eguali, per interpretare al meglio il respiro lungo del progetto di Tatarella.

Oggi lo scenario politico è profondamente mutato ma questa consapevolezza rende ancor più attuale la rotta di navigazione di Pinuccio: tarando la riflessione sulla nostra Puglia, il centrodestra ha bisogno di essere quantomai ampio, solido, presente e coinvolgente. Sperimentare con convinzione strumenti di democrazia diretta che rendano protagonisti attivi i cittadini può essere non solo la soluzione per rimettersi in sintonia con l'elettorato, ma anche l’antidoto all’anti-politica, spesso logica conseguenza di verticismi e distanze dei partiti. Perché sono certo che oggi Pinuccio avrebbe sostenuto con forza la necessità di forgiare una nuova, vasta “comunità militante” muovendo dal coinvolgimento concreto di un Popolo voglioso di Esserci.

Così Erio Congedo, coordinatore regionale Fratelli d'Italia Puglia. 

Nessun commento:

Lascia un commento. Sarà cura della Redazione a pubblicarlo in base alle leggi vigenti, che non violino la persona e cose altrui. Grazie.