Valigia abbandonata: dentro il cadavere di un uomo - NOC Press

Valigia abbandonata: dentro il cadavere di un uomo

Foto: Ansa

Sono circa le 7 quando un passante, nota una valigia abbandonata dalla quale fuoriesce del sangue e contatta subito il 112. Si tratta della zona Santa Maria del Soccorso nel quartiere di Pietralata a Roma. Il corpo è quello di Luca De Maglie, 37enne con precedenti di polizia per spaccio di droga. La valigia con all'interno il cadavere era chiusa con del nastro adesivo ed era stata lasciata vicino a un'auto.


La polizia scopre la testa di un uomo e seguendo le tracce lasciate dal sangue arriva all’appartamento dove trovano la compagna del cadavere.

Alla polizia la donna riferisce, che è stata lei "a sbarazzarsi del corpo", aggiungendo di non essere stata lei ad ucciderlo. Stando a quanto riferito lunedì, rientrata a casa, Luca era già morto. Da lunedì fino a ieri sera il suo cadavere è rimasto in casa con lei.

La sua versione se spiega che ci faceva quel corpo lì, abbandonato in strada, tuttavia non spiega come Luca De Maglie sia morto e come la stessa compagna 39 anni con un fisico gracile, sia riuscita da sola a trasportarlo lì. Così per tutta la mattinata la polizia scientifica ha passato palmo a palmo quei cento metri di strada. Ha inoltre esaminato il corpo dell'uomo: in attesa dell'autopsia, non emergerebbe segni di violenza, fatto questo che allontanerebbe l'ipotesi di omicidio.

In ogni caso, la compagna è stata denunciata per occultamento di cadavere.

Sarà l’autopsia e le indagini a chiarire le reali cause della morte.

Compagna vittima lasciò figlio in auto

La donna era già stata protagonista di un fatto di cronaca ad aprile, quando aveva lasciato il figlio di due anni chiuso in auto. Era l'8 aprile quando i militari della stazione Santa Maria di Soccorso erano intervenuti in via Belardi, dopo aver ricevuto la segnalazione di un bambino abbandonato in un seggiolone all'interno di un'autovettura parcheggiata. L'auto venne quindi forzata e il bimbo salvato da carabinieri e vigili del fuoco. Un'indagine lampo aveva permesso di identificare la madre: Alma R., trovata nel proprio appartamento in stato confusionale. Il bimbo venne affidato alla nonna materna

©NOCPress all rights reserved

Nessun commento:

Lascia un commento. Sarà cura della Redazione a pubblicarlo in base alle leggi vigenti, che non violino la persona e cose altrui. Grazie.