Il moldavo "Thief in Law" e i suoi associati sono stati arrestati durante un'operazione a livello europeo - NOC Press

Il moldavo "Thief in Law" e i suoi associati sono stati arrestati durante un'operazione a livello europeo






Un totale di 14 membri di questa potente banda criminale sono stati arrestati in Romania, Francia e Moldova




Cosa collega le fabbriche di sigarette contraffatte in Romania, i casi di ricatto ed estorsione in Moldova e una serie di furti di alto profilo in Francia? La risposta è uno dei gruppi criminali più potenti della Moldova, noto come "Patron" dal nome del suo capobanda, che è stato smantellato la scorsa settimana a seguito di una task force operativa istituita da Europol tra le autorità francesi, rumene e moldave.

Un totale di 50 perquisizioni sono state effettuate in Francia, Romania e Moldova, a seguito delle quali sono stati arrestati 14 cittadini moldavi (12 in Francia, 1 in Romania e 1 in Moldova).

Il capobanda figura tra gli arrestati in Romania. Gli è stato conferito il grado di "ladro in legge" all'interno della struttura del grado della mafia di lingua russa ed è ricercato in numerosi casi di alto profilo in Europa.

Durante le perquisizioni sono stati sequestrati 1 700 cartoni di sigarette, 520 kg di tabacco e oltre 200 000 euro in contanti.

Questo gruppo criminale organizzato era strutturato gerarchicamente ed era capeggiato dal ladro, che nominava 'supervisori' incaricati di coordinare le attività criminali dei vari rami di questa banda operanti in diversi paesi.

Si ritiene che i criminali arrestati siano collegati a una lunga lista di attività illecite in tutta Europa, come furti organizzati e recinzioni, estorsioni, riciclaggio di denaro e contrabbando di tabacco.

L'operazione si è avvalsa di un coordinamento europeo.

Infatti, la cooperazione internazionale di polizia coordinata da Europol è stata fondamentale per assicurare alla giustizia i diversi membri di questa banda che si trovavano in diversi paesi europei.

Sotto l'egida di una task force operativa, Europol ha riunito gli investigatori francesi, rumeni e moldavi che collaborano dall'aprile 2021 per definire una strategia comune e preparare la fase finale dell'indagine.

Europol e INTERPOL hanno inoltre inviato i loro specialisti in Francia durante la giornata di azione per assistere le autorità nazionali nel lavoro tattico sul campo.

Questa operazione è stata realizzata nell'ambito della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali (EMPACT) che ha fornito sostegno finanziario.

All'indagine hanno preso parte le seguenti forze dell'ordine:

• Francia: Gendarmeria Nazionale (Gendarmerie Nationale)

• Romania: Polizia nazionale (Poliția Română)

• Moldova: Ispettorato generale di polizia (Inspectoratului General de Politie)

• Europol: Centro europeo per la criminalità organizzata grave, Centro europeo per la criminalità finanziaria ed economica

Con sede a L'Aia, nei Paesi Bassi, Europol sostiene i 27 Stati membri dell'UE nella loro lotta contro il terrorismo, la criminalità informatica e altre forme di criminalità grave e organizzata. Europol collabora anche con molti paesi partner non UE e organizzazioni internazionali. Dalle sue varie valutazioni delle minacce alle sue attività operative e di raccolta di informazioni, Europol dispone degli strumenti e delle risorse di cui ha bisogno per fare la sua parte nel rendere l'Europa più sicura.


Nessun commento:

Lascia un commento. Sarà cura della Redazione a pubblicarlo in base alle leggi vigenti, che non violino la persona e cose altrui. Grazie.