India, la sposa muore durante il matrimonio: la famiglia la sostituisce con la sorella - NOC Press

India, la sposa muore durante il matrimonio: la famiglia la sostituisce con la sorella




È successo nella città di Etawah, nell’Uttar Pradesh. La storia, raccontata dal "Daily Mail", ha suscitato sconcerto sui social. 

La sposa Surbhi si è sentita male durante lo scambio delle ghirlande, un momento importante del rito nuziale indù. Quando il medico, chiamato per rianimarla, ha confermato il decesso, i parenti si sono riuniti per prendere una rapida decisione. 

Decisione forse scaturita dal fatto che forse i genitori della sposa non volevano rinunciare alla dote, e quelli dello sposo non volevano affrontare l’onta di un rientro a casa senza che fossero state celebrate le nozze, con o senza distanziamento Covid.

In ogni caso, le famiglie dei due sposi, Surabhi e Manoj Kumar, dopo il tragico infarto che ha portato alla morte improvvisa di Surabhi, hanno immediatamente concordato di ripristinare l'antica tradizione che prevedeva il matrimonio con la sorella della sposa se questa moriva.

E anche se il fratello di Surbhi, Saurabh, ha detto all’agenzia di stampa Ians: «È difficile credere che un cadavere fosse nell’altra stanza e una sposa fosse in preparazione nella prossima», in realtà è ancora più difficile credere che nessuno si sia opposto a questa soluzione disumana.
 
Poco importa che la soluzione fosse prevista dalla tradizione.
 
Il corpo senza vita di Surbhi è stato spostato in un' altra stanza, per permettere alle celebrazioni di continuare nel resto del palazzo. 

"Nessuno poteva aspettarsi di vivere emozioni così contrastanti", ha detto uno zio della defunta. "Il dolore per la morte di mia nipote e le gioia per le nozze fanno fatica a convivere". Solo alla fine della festa, sono state celebrate le esequie di Surbhi e il corpo è stato cremato.



©NOCPress all rights reserved

Nessun commento:

Lascia un commento. Sarà cura della Redazione a pubblicarlo in base alle leggi vigenti, che non violino la persona e cose altrui. Grazie.