La Commissione europea affronta le cause abusive contro giornalisti e difensori dei diritti umani "SLAPP" - NOC Press

La Commissione europea affronta le cause abusive contro giornalisti e difensori dei diritti umani "SLAPP"





Il 27 aprile la Commissione europea si è riunita per attivarsi  per migliorare la protezione dei giornalisti e dei difensori dei diritti umani da procedimenti giudiziari abusivi. 

Le cause strategiche contro la partecipazione pubblica, comunemente note come "SLAPP" (SLAPP è l'acronimo di Strategic Lawsuit Against Public Participation). sono una forma particolare di molestia usata principalmente contro giornalisti e difensori dei diritti umani per prevenire o penalizzare la denuncia su questioni di interesse pubblico. 

La proposta di direttiva riguarda gli SLAPP in materia civile con implicazioni transfrontaliere. Consente ai giudici di archiviare rapidamente le cause manifestamente infondate contro giornalisti e difensori dei diritti umani. 

Stabilisce inoltre diverse garanzie procedurali e rimedi, come il risarcimento dei danni e sanzioni dissuasive per l'avvio di azioni legali abusive. La Commissione sta inoltre adottando una raccomandazione complementare per incoraggiare gli Stati membri ad allineare le proprie norme alla proposta di legge dell'UE anche per i casi interni e in tutti i procedimenti, non solo in materia civile. La raccomandazione invita inoltre gli Stati membri ad adottare una serie di altre misure, come la formazione e la sensibilizzazione, per combattere gli SLAPP.

La vicepresidente per i Valori e la trasparenza, Věra Jourová , ha dichiarato: “Abbiamo promesso di difendere i migliori giornalisti e difensori dei diritti umani contro coloro che cercano di metterli a tacere. La nuova legge lo fa. In una democrazia, ricchezza e potere non possono dare a nessuno un vantaggio sulla verità. Con queste misure stiamo aiutando a proteggere coloro che corrono rischi e parlano quando è in gioco l'interesse pubblico, quando riferiscono ad esempio su accuse di riciclaggio di denaro e corruzione, questioni ambientali e climatiche o altre questioni che sono importanti per tutti noi. "

Il commissario alla Giustizia, Didier Reynders , ha dichiarato: “L'esercizio attivo del diritto fondamentale alla libertà di espressione e di informazione è fondamentale per una democrazia sana e fiorente. L'UE proteggerà sempre questo diritto. Oggi stiamo compiendo passi importanti per salvaguardare i giornalisti e la società civile che sono sempre più minacciati dagli SLAPP. Gli SLAPP ritardano o addirittura impediscono la pubblicazione di dichiarazioni di interesse pubblico Anche gli SLAPP rappresentano un onere inutile per i tribunali. Ora stiamo fornendo strumenti per tenere sotto controllo tale pratica abusiva”.

Proposta di legge UE contro gli SLAPP

La proposta di direttiva fornisce ai tribunali e ai destinatari degli SLAPP gli strumenti per contrastare procedimenti giudiziari manifestamente infondati o abusivi. Le salvaguardie proposte si applicheranno in materia civile con implicazioni transfrontaliere. Le salvaguardie dovrebbero andare a beneficio in particolare di giornalisti e persone o organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti fondamentali e di una varietà di altri diritti, come i diritti ambientali e climatici, i diritti delle donne, i diritti LGBTIQ, i diritti delle persone con un background razziale o etnico minoritario , diritti del lavoro o libertà religiose, ma sono coperte tutte le persone impegnate nella partecipazione pubblica su questioni di interesse pubblico. 

Le salvaguardie sono state mirate a garantire l'equilibrio tra l'accesso alla giustizia e i diritti alla privacy con la protezione della libertà di espressione e di informazione.

• Archiviazione anticipata di un procedimento giudiziario manifestamente infondato : i tribunali potranno decidere anticipatamente di archiviare il procedimento se un caso è manifestamente infondato. In tale situazione, l'onere della prova spetterà al ricorrente provare che la causa non è manifestamente infondata;

• Spese procedurali - spetterà all'attore sostenere tutte le spese, comprese le spese degli avvocati del convenuto, se un caso viene respinto come abusivo;

• Risarcimento del danno – il target di SLAPP avrà il diritto di pretendere ed ottenere il pieno risarcimento del danno materiale e immateriale;

• Sanzioni dissuasive: per impedire ai ricorrenti di avviare procedimenti giudiziari abusivi, i tribunali potranno imporre sanzioni dissuasive a coloro che portano tali casi in tribunale.

• Tutela contro le sentenze di paesi terzi – Gli Stati membri dovrebbero rifiutare il riconoscimento di una sentenza proveniente da un paese non UE, nei confronti di una persona domiciliata in uno Stato membro, se il procedimento risultasse manifestamente infondato o abusivo ai sensi del diritto dello Stato membro. Il target potrà anche chiedere il risarcimento dei danni e delle spese in uno Stato membro in cui è domiciliato.

Raccomandazione per gli Stati membri

Anche la raccomandazione della Commissione adottata oggi integra la direttiva e incoraggia gli Stati membri a garantire che:

• I quadri giuridici nazionali forniscono le garanzie necessarie, simili a quelle a livello dell'UE, per affrontare i casi nazionali di SLAPP. Ciò include garantire le garanzie procedurali di un rigetto anticipato di procedimenti giudiziari manifestamente infondati. Gli Stati membri dovrebbero inoltre garantire che le loro norme applicabili alla diffamazione, che è uno dei motivi più comuni per l'avvio di SLAPP, non abbiano un impatto ingiustificato sulla libertà di espressione, sull'esistenza di un ambiente mediatico aperto, libero e plurale , e sulla partecipazione pubblica.

• La formazione è disponibile per professionisti legali e potenziali obiettivi SLAPP per migliorare le loro conoscenze e competenze per affrontare efficacemente questi procedimenti giudiziari. La Rete europea di formazione giudiziaria (REFG) sarà coinvolta per garantire il coordinamento e la diffusione delle informazioni in tutti gli Stati membri;

• Vengono organizzate campagne di sensibilizzazione e informazione , in modo che giornalisti e difensori dei diritti umani riconoscano quando si trovano di fronte a uno SLAPP;

• Gli obiettivi di SLAPP hanno accesso al supporto individuale e indipendente , ad esempio da studi legali che difendono gli obiettivi SLAPP pro bono;

• I dati aggregati raccolti a livello nazionale su procedimenti giudiziari manifestamente infondati o abusivi contro la partecipazione pubblica sono comunicati alla Commissione su base annuale, a partire dal 2023.

Prossimi passi

La proposta di direttiva dovrà essere negoziata e adottata dal Parlamento europeo e dal Consiglio prima che possa diventare legge dell'UE.

La raccomandazione della Commissione è direttamente applicabile. Gli Stati membri dovranno riferire sull'attuazione alla Commissione 18 mesi dopo l'adozione della raccomandazione.

Sfondo

Il piano d'azione europeo per la democrazia , adottato nel dicembre 2020, ha annunciato una serie di iniziative per sostenere e salvaguardare la libertà e il pluralismo dei media. In questo contesto, la Commissione ha presentato nel settembre 2021 la sua prima raccomandazione in assoluto agli Stati membri sulla sicurezza dei giornalisti . Oggi si compie un altro passo con le misure per proteggere i giornalisti e le organizzazioni della società civile da contenziosi abusivi. L'uso degli SLAPP è in aumento nell'UE, con obiettivi che spesso devono affrontare più cause contemporaneamente e in più giurisdizioni. Tali procedimenti giudiziari hanno un impatto negativo sulla volontà e sulla capacità di giornalisti e difensori dei diritti umani di continuare il loro lavoro e un effetto raggelante sulla libertà di espressione, sulla libertà di informazione e su un dibattito pubblico pluralistico.

La prevalenza dello SLAPP è motivo di seria preoccupazione in alcuni Stati membri, come identificato dalle relazioni sullo stato di diritto del 2020 e del 2021 . Nel 2021, il Media Freedom Rapid Response (MFRR) ha documentato 439 allarmi (con 778 persone o entità legate ai media oggetto di attacchi) in 24 Stati membri dell'UE, compresi gli SLAPP. In più di 1 incidente su 5 (22,1% – 97 allarmi) gli attori dei media hanno subito conseguenze legali.

Insieme alle crescenti minacce alla loro sicurezza fisica e online, minacce legali e contenziosi abusivi si aggiungono a un ambiente in cui l'attività ostile nei confronti dei giornalisti è in crescita e può avere un grave impatto sulla loro volontà e capacità di continuare il loro lavoro. Un tragico esempio dell'uso dello SLAPP è la giornalista Daphne Caruana Galizia che stava affrontando più di 40 cause legali al momento del suo assassinio nel 2017. Lo scopo delle cause SLAPP non è accedere alla giustizia ma molestare, intimidire e mettere a tacere gli imputati con il la durata delle procedure, la pressione finanziaria e la minaccia di sanzioni penali. I giornalisti non sono gli unici bersagli; Anche i difensori dei diritti umani e le organizzazioni della società civile, in particolare quelle che si occupano di diritti umani e ambiente, devono affrontare SLAPP.

Nell'ambito dei suoi sforzi per proteggere l'indipendenza e il pluralismo dei media, e come annunciato dalla presidente von der Leyen nel suo discorso sullo stato dell'Unione del 2021 , la Commissione presenterà il Media Freedom Act. Questa iniziativa dovrebbe essere adottata nel terzo trimestre di quest'anno .




Per maggiori informazioni







Nessun commento:

Lascia un commento. Sarà cura della Redazione a pubblicarlo in base alle leggi vigenti, che non violino la persona e cose altrui. Grazie.